La presidente Romana Scantamburlo lo racconta:

 

1983: si, un viaggio di curiosità e di esplorazione, fatto da due di noi, motivato dal desiderio di conoscere e di offrire qualche aiuto a situazioni umane particolarmente bisognose: fu la missione di Santa Teresa di Luanshya, nello Zambia (Africa), ad accoglierci.

 

 

La generosa ospitalità offerta dai concittadini missionari padre Gastone Pozzobon, padre Tiziano Bragagnolo e suor Domenica Bertolo permise di conoscere la sconvolgente realtà della miseria immeritata di donne, uomini, bambini e rafforzò il coinvoigimento personale.

Seguirono, in un crescendo di adesione di piu persone, la raccolta e I'invio alle mis­sioni zambiane di materiali alimentari, scolastici, per lavoro.

 

Dalla generosita spontanea-spicciola a una forma strutturata e continua- tiva: come avvenne il passaggio?

Dopo 4 anni si decise di organizzare in maniera sistematica un'attività di conoscenza e di sensibilizzazione, mettendo insieme risorse di più famiglie, da quelle iniziali di Romana e Dino Scantamburlo, Armando e Luisa Fiscon, Giulio e Teresa Noro, Luigina Prisco, Grazia Contus, Luigi Vedovato, Oscar e Danila Tessarolo, Giovanni Scantamburlo, Giovanni e Annamaria Scotton.

II nostro motto divenne:

Aggiungi alla lista delle spese mensili questa voce:

" Contributo a chi nei paesi poveri chiede il mio aiuto per uscire dai bisogni primari "

Accanto ai pagamenti mensili delle boilette per luce, acqua, gas, telefono, rifiuti, ecc., parve convincente ai primi aderenti inserire nel bilancio familiare, con pari regolarità, anche un contributo per la solidarietà concreta e continuativa.

 

E cosi, nel 1987 nacque MANO AMICA!

Nei 1992 I'associazione si costitui anche legalmente. L'atto notarile fu sottoscritto da: Romana Scantamburlo, Oscar Tessarolo, Egidio Marostica, Maria Teresa Gottardello, Giulio Noro, Grazia Contus, Lorenzo Dalla Costa, Armando Fiscon, Giovanni Scantam­burlo.